Gli strumenti dell’attore - Laboratorio di avvicinamento al Teatro

da martedì 22 Gennaio 2013 fino a giovedì 28 marzo 2013

Gli strumenti dell’attore - Laboratorio di avvicinamento al Teatro

condotto da
Guido De Monticelli, Nicolò Columbano e con la partecipazione ad alcuni incontri degli attori del TsdS


Il Teatro Stabile della Sardegna promuove un laboratorio di avvicinamento al teatro rivolto a tutti gli studenti universitari.
Il percorso pedagogico vuole aprire, sviluppare e approfondire le potenzialità comunicative dei partecipanti, all'interno di un'atmosfera creativa e ludica, fornendo alcuni strumenti di base del lavoro dell’attore.
L'obiettivo del Corso di avvicinamento al teatro, oltre a quello di approfondire le pratiche di gruppo e di socialità, è quello di raggiungere un effettivo miglioramento delle proprie capacità espressive e comunicative, e naturalmente una maggiore e più approfondita consapevolezza dell'intrinseca bellezza e difficoltà del lavoro teatrale.
Il laboratorio si inserisce nel progetto “La bottega delle arti e del pensiero”, che accompagnerà il lavoro di progettazione e realizzazione dello spettacolo Peer: storie di un ladro di storie: viaggio nel Peer Gynt di Ibsen, approdando, nel contempo, alla seconda edizione del Festival della filosofia, organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Cagliari.
Scopo del progetto è di creare un gruppo di lavoro che accompagni l’ideazione e la realizzazione dello spettacolo nei suoi vari aspetti visivo, sonoro, interpretativo e critico, attraverso una serie di laboratori operanti nei diversi ambiti del teatro, delle arti visive, della musica, del pensiero filosofico.
A laboratorio concluso si prevede la possibilità che i frequentanti possano partecipare attivamente ad alcune fasi del lavoro di allestimento, e siano direttamente coinvolti in alcune scene collettive dello spettacolo Peer: storie di un ladro di storie, in scena dal 3 al 6 maggio in contemporanea al Festival di filosofia.

MATERIE
-Movimento Scenico 

Quali sono le principali leggi del Movimento attraverso le quali allenare il corpo dell'attore, il suo apparato psicofisico, affinché questo possa passare dalla dimensione quotidiana, a quella extra-quotidiana, consapevolmente espressiva, vale a dire scenica, in vista della costruzione del personaggio?
Quali sono i "fondamentali" da conoscere e praticare, attraverso i quali lo spazio fisico del palco può esprimere lo spazio interiore nel gioco dell'attore?
A partire dall'insegnamento della grande scuola russa, da Stanislavskij a Michail Cechov e Mejerchol’d fino ad arrivare ai maestri di oggi, indagheremo attraverso improvvisazioni e etjud, gli elementi fondamentali, i punti di vista, del movimento scenico:

-Energia e Centri Energetici 
-Tempo/ritmo, durata
-Relazione spaziale, direzioni, griglie, livelli
-Attenzione e Ascolto, risposta cinestetica
-Equilibrio/disequilibrio;
-Azione/reazione
-Qualità del movimento:
-Comportamento, neutro e caratterizzazione
-Centro immaginario e corpo immaginario
-Gesto comportamentale, gesto psicologico
-Improvvisazione e Composizione con musica
-Atmosfera: spazio e immagini
-Lavoro con gli oggetti
-Spazio e Coralità
-Rilassamento

-Analisi del Testo
Come leggere attivamente il testo affinché esso possa costituire la fonte della recitazione, dell'acting?
Quali sono le linee tematiche che l'attraversano, che ne costituiscono l'ossatura, l'architettura?
Come individuare il conflitto e le tensioni principali?
Che cos'è un evento, quale è l'azione drammatica trasversale?
Come leggere e agire le relazioni tra i personaggi del testo drammatico?
Quali le circostanze proposte dall'autore di cui dover tener conto nella messa in scena?
Che cos'è un dialogo teatrale e come si conduce?
Come si agisce un monologo?

-Dizione (Studio delle regole basilari per una corretta ortoepia della lingua italiana)

FREQUENZA
Il percorso di avvicinamento al teatro avrà inizio martedì 22 Gennaio 2013 fino a giovedì 28 marzo 2013.

A partire dal mese di aprile è prevista un’ulteriore sessione di lavoro intensiva. 

I giorni di lavoro saranno il martedì e il giovedì

Orario: dalle 17 alle 20.

Il laboratorio è gratuito per gli studenti dell’Università e del Conservatorio. Frequenza obbligatoria.

REQUISITO DI PARTECIPAZIONE
Avere compiuto i 18 anni di età all'atto dell'iscrizione e non superare i 30.

LE DOMANDE
Le domande dovranno contenere:
- un CV 
- università di appartenenza
- una breve lettera di motivazione 
e pervenire via e-mail al seguente indirizzo 
ufficio.scuola@teatrostabiledellasardegna.it
o consegna a mano presso Teatro Massimo, Viale Trento 19, Cagliari
Non è prevista selezione. Le domande verranno accettate previa verifica dei requisiti in ordine di arrivo fino al raggiungimento massimo del numero di partecipanti ammessi. 
ATTESTAZIONE DI FREQUENZA
Potrà essere rilasciato su richiesta un attestato di frequenza.
PER INFORMAZIONI

Ufficio Scuola e Università
Giuseppa Salidu 345/7757826 
ufficio 070/6778128
e-mail ufficio.scuola@teatrostabiledellasardegna.it
sito www.teatrostabiledellasardegna.it

Share/Save Condividi